mercoledì 1 febbraio 2017

Accettarsi non vuol dire accontentarsi

L’accettazione di se è una parte importantissima del processo di miglioramento personale, specialmente se hai deciso che non ti piace più avere dei chili di troppo.
E' il fondamento da cui partire, il primo passo da fare. Troppo spesso sento dire “E' importante accettarsi come si è” in maniera molto superficiale. Come dire "Vabbè ho dei chili in più, me li devo far piacere cosi”. Io non ti consiglio di pensare in questo modo. Immaginiamo che tu abbia 5 chili in più, non sono tanti ma tu senti che non ti appartengono, perché sono frutto di mangiate emozionali, o perché li hai presi in gravidanza e non se ne sono più andati, o perché li hai accumulati in seguito al un lavoro sedentario. E ti danno fastidio, nonostante le persone ti trovino bella e affascinante.  Immagina di venire da me perché vuoi perdere peso e che io ti dica “Ma no dai cara, accettati così come sei che vai bene!” Mi manderesti a quel paese giusto? :-)


 ALLORA PROVIAMO AD ANDARE PIU’ IN PROFONDITA’
Accettarsi è godere di quella situazione ANCHE SE NON TI PIACE, sforzandoti di trovare dei lati positivi. Sono fermamente convinta che per ogni cosa sgradevole ci sia almeno un lato positivo che possiamo trovare, e si, anche nelle peggiori situazioni.
Se ad esempio ti trovassi nel traffico al lavoro, rischieresti di fare tardi in ufficio é vero, ma magari avresti l’occasione di ascoltare quella canzone che ti piace tanto alla radio. Anche i tuoi chili in più ti hanno dato qualcosa di positivo fino ad ora. Forse l’occasione di sperimentare cose nuove? O di sviluppare determinate qualità in te? Forse di essere più attenta verso gli altri? O di prenderti dei ritmi più lenti? O ti hanno facilitato nel fare amicizia? O ti hanno fatto gustare dei piatti meravigliosi?


Prova questo esercizio: prendi un foglio e una penna e scrivi tutte gli le cose belle di essere stata in sovrappeso in questi anni passati(si, scrivi anche che ti sei potuta gustare ettolitri di nutella!!). Quando  hai finito, guarda il foglio, ripensa a quali di queste cose sono qualità acquisite, o bei ricordi,  fanno parte di te e ti potranno aiutare nei tuoi anni a venire. Poi ringrazia i tuoi chili di troppo per averti portato a questo. Ora accartoccia il foglio e di a te stessa “Mi amo così come sono”, come se fosse un sigillo da apporre a una lettera importante.


La prossima volta parleremo di un altro passo importante da fare prima di iniziare a perdere peso, buttare (al cesso) i sensi di colpa.
Al prossimo articolo!
La tua diet coach
Lucia


:-)



3 commenti:

  1. Bel post e ottimo spunto di riflessione. Grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Simona! Da oggi seguirò anche il tuo blog, molto carino!

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina